Stanco di non riuscire a finanziare la tua startup?

Smettila di correre dietro alle banche e utilizza il crowdfunding

venture-capital-o-business-angel

Sei riuscito a raggiungere un traguardo molto importante nel percorso di creazione e crescita della tua startup: la validazione dell’idea di business. 

Questo non è però il momento di “dormire sugli allori”, perché la fase di sviluppo della tua startup è in pieno svolgimento e diventa necessario trovare i fondi necessari a proseguire l’attività e a farla crescere. 

In questa fase devi anche considerare se, oltre al finanziamento alla tua startup possa servire anche un altro tipo di “aiuto”, una collaborazione tecnica e non solo utile per lo sviluppo della tua idea imprenditoriale.

Ma a quale soggetto meglio far riferimento per finanziare la tua startup? 

Una domanda a cui non è facile dare una risposta: esclusi l’autofinanziamento (che non è più praticabile, viste le dimensioni raggiunte dalla startup) e il rivolgersi alle fonti di finanziamento classiche, come banche e finanziarie, la scelta è fra due figure di grande importanza nella galassia della startup: Business Angel e Venture Capital.

Se a un primo sguardo superficiale queste due soluzioni potrebbero sembrare equivalenti, limitandosi a considerare l’aspetto relativo al mero finanziamento di capitale, in realtà ci troviamo di fronte a soggetti che hanno caratteristiche molto diverse e che si possono rivelare adatti alla tua startup nel caso si verifichino determinate situazioni.

Vediamo quindi quali sono i vantaggi e gli svantaggi che comporta il rivolgersi a un Business Angel piuttosto che a un Venture Capital: capire quello a cui la tua startup andrà incontro, nell’uno e nell’altro caso, è il migliore sistema per prendere una decisione corretta.

# Perché rivolgersi a un Business Angel

La fase in cui è più indicato rivolgersi a un Business Angel per il finanziamento di una startup è quella di seed (apporto di capitali nella fase di avvio dell’attività produttiva): attenzione però, perché non si tratta di un’indicazione di valore assoluto, dato che molto spesso i Business Angel collaborano con startup anche nella fase early (fase di entrata sul mercato, con creazione e affermazione del brand).

# Vantaggi di rivolgersi a un Business Angel

# Svantaggi di rivolgersi a un Business Angel

# Perchè rivolgersi ad un venture capital

Normalmente un Venture Capital entra con il suo finanziamento nella vita di una startup nella fase early, quando, oltre a un’idea di business validata, c’è già una struttura societaria attiva e il Venture Capital stesso contribuisce a completare e rafforzare l’infrastruttura della startup, in un’ottica di espansione del business.

# Vantaggi di rivolgersi ad un venture capital

# Svantaggi di rivolgersi ad un venture capital

# Business Angel e Venture Capital: una scelta difficile

Esaminando le caratteristiche di Angel Business e Venture Capital e i pro e i contro dei finanziamenti offerti da questi soggetti, è chiaro come sia impossibile dare un’indicazione precisa sulla soluzione da scegliere. 

La realtà dei fatti è che la decisione deve essere presa in base a un’attenta considerazione di quella che è la situazione in cui si trova la tua startup nel momento in cui va a richiedere un finanziamento.

Ovviamente devi tenere conto della fase di sviluppo, prediligendo i Business Angel in caso di fase più arretrata e Venture Capital per una fase più avanzata (ma anche questa non è una verità assoluta, ma va mediata a seconda della situazione). 

Inoltre devi valutare quale capitale è necessario finanziare, in modo portare la tua richiesta al soggetto che è in grado di offrirlo e alle migliori condizioni.

E proprio le condizioni devono essere valutate con la massima attenzione: per quanto siano disponibili a dare molto, in termini di capitale e di collaborazione che permette alla tua startup di crescere e di farsi conoscere nei vari ambiti di un determinato mercato, sia i Venture Capital che i Business Angel chiedono in cambio altrettanto. 

Questo vuol dire stipulare degli accordi chiari, che non finiscano per estrometterti dalla gestione e della proprietà della tua startup: in questo caso il rischio sarebbe di non riuscire a raccogliere i frutti di tutto il tuo lavoro, lasciando ad altri sia la gloria che il profitto maggiore.

Quindi, prima di scegliere un canale di finanziamento per la tua startup, analizza con attenzione tutti i fattori in gioco, cercando di capire quale soluzione può essere la migliore. 

Pensi che vi siano altri vantaggi o svantaggi nel richiedere un finanziamento a un Business Angel o a un Venture Capital?

 E di quali fattori secondo te bisognerebbe tenere conto per effettuare questa scelta? 


Se ti piace l'articolo, lascia un commento e condividilo  


Leave a Reply

Your email address will not be published.