Crowdfunding – Il modo alternativo per finanziare una startup

crowdfunding

# Che cos è il crowdfunding ?

Il crowdfunding e’ una forma di finanziamento collettivo tramite il quale un gruppo di persone, condividendo l’obiettivo che un’azienda oppure un’organizzazione si prefigge di raggiungere, decide di finanziarla.

Il crowdfunding può essere utilizzato per finanziare iniziative:

  • umanitarie
  • sociali
  • sostegno alla cultura
  • lancio di nuovi prodotti/servizi
  • ricerca scientifica

Curiosità: quando nasce esattamente il crowdfunding?

Il primo esempio di finanziamento realizzato attraverso il  crowdfounding risale al XIX secolo anche se oggi grazie ad Internet, questa forma di finanziamento, sta conoscendo una seconda giovinezza

Il primo caso emblematico di crowdfunding ha come oggetto il finanziamento uno dei simboli degli Stati Uniti d'America: la Statua della Libertà, che fu donata nel 1865 dai francesi.

Per riuscire a reperire  fondi necessari, Joseph Pulizer, futuro direttore del New York Times, ebbe l'idea di coinvolgere il popolo americano nella raccolta del denaro necessario.

statua-liberta

Ogni cittadino fu chiamato a donare quanto poteva, ottenendo in cambio visibilità su un giornale locale con l’indicazione del proprio nome oltre che una piccola storia relativa alla sua donazione.

# A chi può interessare il crowdfunding?

Come hai letto in precedenza il crowfunding nasce con un obiettivo, se vogliamo, di tipo culturale: offrire un monumento alla città di New York.

Con il trascorrere del tempo però le finalità sono cambiate, ed oggi, il crowdfunding viene utilizzato, oltre che per i motivi che ti ho illustrato in precedenza,  anche per supportare la nascita e lo sviluppo di nuovi prodotti e servizi legati soprattutto al mondo delle startup.

COME CREARE LA TUA STARTUP

Scarica ora la checklist gratuita

privacy Accetto il trattamento dei dati personali ai sensi del D.Lgs.196/2003. PRIVACY POLICY

# Perchè dovresti finanziarti con il crowdfunding invece che con la finanza “tradizionale”?

Questa è una domanda che molti aspiranti e neoimprenditori si pongono. Le ragioni sono esattamente queste:

  • maggiore economicità
  • maggiore possibilità di ottenere un finanziamento per una startup
  • crea maggiore condivisione di obiettivi con il proprio target
  • aumenta la visibilità sul mercato di una startup
  • maggiore trasparenza

# Modelli di crowdfunding

Fino ad ora abbiamo visto che cos è il crowdfunding, chi può utilizzarlo e per quale motivo dovresti utilizzarlo.

Ora analizziamo quanti modelli di crowdfunding esistono e poi subito dopo ti mostrerò quali sono le piattaforme che puoi utilizzare.modelli di crowdfunding attuali sono i seguenti;

  • Modello n.1 - Donazione

Questo è il modello più semplice. In questo caso una persona versa un contributo ad un’associazione/startup e non riceve nulla in cambio.

Questo approccio è spesso utilizzato per sostenere:

  • cause sociali,
  • enti di beneficenza
  • campagne politiche

  • Modello n.2 - Ricompensa

Con questo modello di crowdfunding, le persone che offrono fondi per le startup ottengono una ricompensa per le loro donazioni.

In genere questa ricompensa consiste nel prodotto stesso da lanciare.

Uno dei grandi vantaggi per gli imprenditori e con questo modello non bisogna restituire i finanziamenti raccolti.

  • Modello n.3 - Lending based crowdfunding.

Il Lending based crowdfunding consiste in una forma di micro credito tra privati.

Le persone prestano il proprio denaro in piccole somme ad altri privati aspettandosi però un rimborso delle somme prestate ad un determinato tasso di interesse.

Caso emblematico di utilizzo di questo modello è quello di Smartika o come Prestiamoci

Il vantaggio di questo modello è che i sostenitori sono attratti dalla remunerazione che possono ottenere, mentre i soggetti finanziati, riescono ad ottenere condizioni molto più vantaggiose rispetto al mercato tradizionale.

  • Modello n.4 - Royalty.

Con questa modello di crodfunding, si offre ai propri sostenitori una percentuale sui futuri ricavi.

Un tipico esempio di questo approccio è quello relativo ad un sito web mobile app dove i sostenitori possono sostenere un app prima che sia lanciata sul mercato, per poi incassare le percentuali pattuite una volta che l’applicazione arriva sul mercato per essere venduta.

  • Modello 5 - Equity Crowdfunding.

Questa è l’ultima forma di crowdfunding ma anche quella che sta avendo il maggior successo. In questo caso i sostenitori diventano azionisti della società che finanziano.

L’equity crowdfunding consente alle aziende che cercano capitale di cedere quote di proprietà ai propri finanziatori attraverso le piattaforme di crowdfunding.


# Piattaforme di crowdfunding: le migliori al mondo

Il luogo dove si possono incontrare domanda e offerta è costituito dalla piattaforma che ospita le operazioni di crowdfuning.

Ora ti illustrerò le piattaforme più famose al mondo e poi alcune piattaforme italiane di equity crowdfunding riconosciute dalla Consob.

  • Kickstarter

Il più noto dei siti di crowdfunding è Kickstarter

Kickstarter si concentra su iniziative di tipo creative legate soprattutto al mondo del cinema, dell’editoria, della musica e della tecnologia.

  • Indiegogo

Indiegogo sostiene invece campagne basate sulla raccolta fondi per il mondo della musica, degli hobbisti e per gli enti di beneficenza. Il modello utilizzato è quello della donazione

  • Crowdfunder

Crowdfunder è la piattaforma di equity crowdfunding che sta conoscendo la crescita maggiore in questi ultimi anni. Essa finanzia soprattutto aziende.

  • Crowdrise

Crowdrise è una piattaforma che utilizza il modello delle donazioni per finanziare iniziative caritatevoli.

  • Appbackr

La piattaforma ideale per chi cerca finanziamenti per lanciare la propria app.

Appbackr utilizza il modello della donazione.

  • Quirky

Se sei un inventore, creatore, allora Quirky è un luogo in cui puoi raccogliere fondi utilizzando il modello della donazione.

L'obiettivo di Quirky e' quello di rendere concreta e reale una nuova idea.

  • Peerbackers

Peerbackers è ormai riconosciuto come uno dei migliori siti di crowdfunding. Esso si concentra sul finanziamento di imprenditori innovatori.

La piattaforma ha ospitato migliaia di progetti creativi, sia imprenditoriali che non di tutto il mondo

Per cercare di far diminuire il tasso di fallimento delle startup, Peerbackers ha creato la Crowdfunding Academy per offrire formazione e sostegno a coloro che cercano finanziamenti tramite il crowdfunding.

  • Endurance Lending Network

Endurance Lending Network è una piattaforma di crowdfunding che crea dei network tra aziende che ricercano fondi fino ad un massimo di 500.000 $ di capitale.

  • Grow Venture Community 

Grow VC è un ecosistema in cui gli imprenditori possono connettersi con esperti, finanziatori, nuovi clienti e partner per realizzare le loro idee.

  • MicroVentures 

MicroVentures si definisce una "banca d'investimento per start-up". Infatti raccoglie e finanzia soprattutto progetti legati al mondo delle startup.

  • CircleUp

CircleUp mette in contatto le persone interessate a finanziare le startup con società innovative

# Crowdfunding in Italia: i siti autorizzati

Invece per quanto concerne il panorama italiano, ecco le piattaforma di equity crowdfunding che operano nel nostro paese:

Nella sezione ordinaria e speciale del sito della CONSOB puoi trovare ulteriori informazioni che sicuramente ti potranno tornare utile sui portali di crowdfunding italiani


# 7 consigli per creare una strategia di crowdfunding di successo

Per poter però raggiungere i tuoi obiettivi tramite il crowfunding, è necessario elaborare una strategia in 7 passi.

  1. Inizia a lavorare sulla tua campagna di crowfunding almeno sei mesi prima del lancio.

I progetti di crowdfunding di successo, vengono finanziati prima di tutto creando una forte aspettativa nel proprio target.

Infatti, nel momento in cui farai partire la tua campagna di crowdfunding, dovresti aver già raccolto gran parte dei fondi. In questo modo potrai condividere queste donazioni sui social network oltre che via email, ottenendo nuovi fan e quindi nuove donazioni.

  1. Ricerca progetti simili.

Guarda cosa è stato fatto, sia nel bene che nel male, in progetti di crowdfunding di aziende/associazioni simili alla tua.

  1. Video.

Crea un video per il lancio della campagna di crowdfunding ed un altro per spiegare nel dettaglio le finalità della tua iniziativa.

Il primo video dovrebbe permettere alle persone che ti seguono di restare aggiornate, oltre che creare attesa per l’evento. Questo video dovrebbe essere utilizzato nei sei mesi antecedenti al lancio.

Il secondo video dovrai invece utilizzarlo una volta che la campagna è partita e serve a spiegare i dettagli dell’operazione che vuoi realizzare.

  1. Non cercare di conquistare tutti.

Resta focalizzato sul tuo target e sul tuo obiettivo. Non cercare di conquistare tutti. Anzi focalizzati maggiormente su quel sottogruppo di persone che contano di più per la tua startup.

Considera che molte campagne di crowdfunding di successo hanno meno di 1.000 sostenitori, per cui è inutile correre dietro a tutti

  1. Dichiara qual è l’obiettivo di finanziamento che vuoi raggiungere.

Rendi trasparente il tuo obiettivo ma considera anche la piattaforma che utilizzi perchè questo potrebbe essere cruciale per te.

  1. Email di congratulazioni.

Invia un’email di congratulazione a tutti coloro che sosterranno il tuo progetto. Magari allegando anche un video che il tuo fan può mostrare ad altri.

  1. Regala.

E’ necessario che tu offra loro una piccola ricompensa alle persone che ti stanno sostenendo.

La ricompensa può consistere per es. in un ebook oppure uno sconto per acquistare un determinato prodotto/servizio oppure in un ulteriore video che può essere utile da far girare in rete.


# Come si sta sviluppando il crowdfunding in Italia?

Il crowfunding non è ancora decollato nel nostro Paese.

In Italia, attualmente, ci sono le startup da finanziare, ci sono le leggi che disciplinano questo settore, ci sono le piattaforme autorizzate ad operare ma manca quella folla di persone che voglio investire in questo settore finanziando le startup.

Purtroppo senza quest’elemento difficilmente il settore del crowdfunding riuscirà a raggiungere il successo.

Speriamo quanto prima di metterci alle spalle anche questo problema in modo da facilitare la nascita e lo sviluppo di nuove startup con tutto quello di positivo che questo fenomeno puà generare per l’Italia soprattutto in termini di occupazione.


# Prima di partire con la tua campagna di Crowdfunding, controlla se hai tutte le carte in regola

Ecco alcuni fattori che devi considerare attentamente se vuoi raggiungere i tuoi obiettivi in merito ad una campagna di crowdfunding:

  • Avere almeno una piccola rete di amici entusiasti e parenti che ti vogliono sostenere invitando altre persone a fare lo stesso
  • Presentare un serio business plan ed una spiegazione del perché il tuo progetto potrà essere utile
  • Dimostrare che anche tu ci stai mettendo dei soldi e credi nel progetto
  • Includere un piccolo video che si conclude con una call to action ad effettuare un versamento
  • Creare delle piccole ricompense per diversi livelli di donazione
  • Utilizza i social network per diffondere il tuo messaggio

Se ti piace questo articolo, condividilo con i tuoi amici.

8 Comments

  • Avatar

    Gianni

    Reply Reply 5 Novembre 2017

    Per il crowdfunding se sono in Italia posso utilizzare solo i siti autorizzati nel nostro paese o è legale usare anche quelli esteri più famosi e con più possibilità di ottenere ingenti somme di denaro??

    Grazie mille

    Gianni

    • Avatar

      Edoardo

      Reply Reply 6 Novembre 2017

      Se ti riferisci all’equity crowdfunding devi utilizzare una delle società abilitate ad operare in Italia altrimenti sei libero di rivolgerti a chi vuoi. Ciao

Leave A Response

* Denotes Required Field