Stanco di non riuscire a finanziare la tua startup?

Smettila di correre dietro alle banche e utilizza il crowdfunding

crowdfunding-la-campagna-e-chiusa-ed-ora

Il lavoro è stato duro, ma finalmente hai chiuso la tua campagna di crowdfunding: hai portato a termine un progetto importante che ha assorbito tutte le tue energie e quelle dei tuoi collaboratori, per definire e mettere in atto tutte gli step necessari per un crowdfunding di successo. 

E non è stata solo una questione di tempo: perché per creare e sviluppare il tuo progetto hai anche dovuto fare tutta una serie di investimenti, necessari per anche per far conoscere la campagna e premiare i tuoi sostenitori.

E ora sei arrivato alla fine: è arrivato il momento di tirare le somme, per capire se hai davvero lavorato bene, sei riuscito a individuare il tuo pubblico e a comunicare con efficacia il tuo messaggio. 

L’esito di una campagna di crowdfunding non prevede il pareggio: o si vince o si perde.

Vediamo insieme come affrontare queste due eventualità, quali step seguire sia in caso di sconfitta che in caso di vittoria per uscire, sempre e comunque, vincenti.

# La tua campagna ha avuto successo: cosa devi fare adesso?

Se la tua campagna ha avuto successo vuol dire che hai raggiunto l’obiettivo monetario che ti eri prefissato o anche, in alcuni casi, sei riuscito a superarlo: e tutto questo è accaduto perché i tuoi sostenitori hanno creduto nel progetto. 

Ci sono però ancora alcuni passaggi da portare a termine dopo una campagna crowdfunding di successo. In particolare:

Inoltre, avere nel tuo paniere una campagna di crowdfunding di successo cambierà la tua immagine agli occhi dei possibili investitori, perché è la dimostrazione concreta che il tuo progetto di business ha possibilità concrete di funzionare.

# La tua campagna NON ha avuto successo?

La sconfitta è un’eventualità con cui uno startupper deve essere sempre pronto a misurarsi: ma attenzione, non si deve mai trattare di una sconfitta fine a sé stessa, ma deve sempre rappresentare una possibilità di crescita. 

Per questo, se il progetto non ha raggiunto il suo obiettivo, la soluzione non è quella di disperarsi ma di analizzare gli errori commessi, per evitare di commetterli nuovamente. Vediamo allora cosa fare in caso di fallimento:


Se ti piace l'articolo, lascia un commento e condividilo


Leave a Reply

Your email address will not be published.