cosa-cercano-i-business-angel-in-una-startup

Per uno startupper è importante capire cosa cercano i Business Angel in una startup.

I Business Angel sono degli investitori informali, spesso imprenditori, manager o professionisti, che hanno esperienza in uno o più settori di impresa.

Questi soggetti decidono di finanziare le startup che operano in quei determinati settori d’impresa, attraverso i loro capitali.

Nella maggior parte dei casi investono in startup in fase di early stage.

Oltre al finanziamento vero e proprio, i Business Angel mettono a disposizione delle startup le loro conoscenze professionali e il loro network di collaboratori.

Tutto questo può essere molto importante per sviluppare un progetto di business di successo.

In cambio del suo investimento il Business Angel ottiene una partecipazione al capitale della società.

Quello tra startup e Business Angel è un rapporto basato sulla fiducia: se questo soggetto investe nella tua startup, significa che è convinto delle sue possibilità di crescita.

La relazione tra Business Angel e startup è conveniente per entrambi: per il primo offre la possibilità di guadagnare, mentre per la startup permette di ottenere l’appoggio di un consulente esperto e prezioso.

Sempre senza dimenticare che si tratta di una fonte di finanziamento che, come il crowdfunding, permette di raccogliere capitali anche importanti per lo sviluppo della startup.

Se vuoi approfittare di questa possibilità, devi comprendere cosa cercano i Business Angel in una startup e perché effettuano questo tipo di investimento.

Cosa cercano i Business Angel in una startup: le caratteristiche necessarie

# Perché i Business Angel investono in una startup?

L’investimento in una startup da parte di un Business Angel ha come obiettivo primario un ritorno economico.

Ritorno economico che dovrebbe, nei programmi del Business Angel, concretizzarsi entro un termine medio di 5 anni, con la vendita di tutte o di parte delle quote di partecipazione nella startup.

Allo stesso tempo l’investimento di un Business Angel ha, come hai visto, anche un aspetto più legato all’idea di business in sé stessa.

Il Business Angel, grazie alla sua esperienza, è in grado di individuare quei progetti che hanno maggiore possibilità di essere realizzati e di produrre guadagno.

E anche per questo decidono se scegliere un progetto rispetto a un altro per i loro investimenti.

Per questo decidono, almeno nella maggior parte dei casi, di investire su progetti che rientrano nel settore della loro attività.

Inoltre si tratta spesso di società che sono “geograficamente” vicine; questo permette infatti di avere un rapporto di collaborazione più stretto e proficuo.

Il Business Angel infatti è in grado di seguire la startup nelle fasi cruciali della sua crescita: dalla validazione al fundraising.

E, avendo capito cos’è e come funziona il crowdfunding puoi comprendere come una guida esperta possa essere utile in un’occasione come questa, come in molte altre attività che la tua startup deve gestire.

Proprio in funzione della particolarità di questo rapporto, il Business Angel non si limita a considerare i dati finanziari prima di effettuare un investimento.

Invece considera tutta una serie di fattori che caratterizzano una startup e che possono fare decidere di investire su di essa.

E questi fattori rappresentano il cosa cercano i Business Angel in una startup.

# Cosa cercano i Business Angel in una startup

I Business Angel possono essere una fonte di finanziamento importante per la tua startup.

E, come per ogni sistema di fundraising, compreso il come aprire un crowdfunding, devi capire su quali fattori lavorare per attirare l’interesse dei potenziali investitori.

In particolare sono 5 i fattori che i Business Angel prendono in esame per decidere se finanziare una startup.

5 fattori su cui lavorare con attenzione per garantirsi non solo il finanziamento, ma anche la professionalità e l’esperienza di un collaboratore prezioso come un Business Angel per lo sviluppo del tuo progetto di business.

Modello di business solido

I Business Angel non si limitano a valutare solo la bontà di un’idea di business, ma anche le possibilità di concretizzazione.

Possibilità che si fondano in un modello di business solido: cioè un modello che definisce in modo chiaro le soluzioni organizzative e strategiche della tua startup.

Soluzioni che permettono alla startup stessa di creare valore: quindi di acquisire un vantaggio competitivo sul mercato.

Il modello di business della tua startup deve illustrare in modo chiaro la proposta di valore, individuare il pubblico di riferimento, i principali fornitori e le caratteristiche del processo di creazione del prodotto o servizio.

Sempre tenendo a mente che un modello di business non può essere “scolpito nella pietra”: deve infatti anche essere flessibile, in modo da adattarsi ai cambiamenti interni ed esterni alla startup, continuando a produrre valore.

Mercato Potenziale

Altro fattore rilevante nell’ottica dei Business Angel è il mercato potenziale sul quale può crescere la tua startup.

Infatti un mercato potenziale ampio, ricco e caratterizzato da una concorrenza scarsa, può apparire una caratteristica ottimale per un investitore.

Allo stesso modo un mercato potenziale interessante può essere quello che viene “creato” dalla startup con il suo prodotto o servizio.

In questo caso si tratta di una vera e propria nicchia, in cui la startup è destinata a essere dominante anche perché priva di competitor.

Il mercato potenziale definisce le possibilità di crescita del business, da cui derivano direttamente i potenziali profitti degli investitori.

E i Business Angel sono ovviamente interessati a ottenere un profitto, derivante dalla vendita delle quote delle startup in cui hanno investito il loro capitale.

Quindi, se la tua startup ha un mercato potenziale interessante, è probabile che i Business Angel siano pronti a entrare nel capitale della società.

Team competente e motivato

Una buona idea e un business model interessante sono poco utili se manca un team in grado di tradurli in pratica.

Per questo motivo i Business Angel valutano con attenzione la composizione e le qualità del team delle startup da finanziare.

Questo significa che i membri del team, e anche i founder, devono avere le competenze giuste per realizzare un progetto di business.

E, oltre alle competenze, la motivazione è un altro aspetto chiave considerato dai potenziali finanziatori.

Il processo per portare al successo una startup può essere complesso e solo se chi vi lavora ha una forte motivazione e il desiderio di non mollare le possibilità di riuscire aumentano.

Considerando poi la stretta collaborazione che deve legare Business Angel, founder e membri del team, una motivazione forte e una visione comune sono indispensabili per il successo di un progetto.

Vantaggio competitivo

I Business Angel prestano anche molta attenzione al vantaggio competitivo di una startup.

Con questo termine si intende un insieme di fattori e caratteristiche che consentono a una startup di offrire un prodotto o servizio migliore rispetto alla concorrenza.

Una startup, per essere finanziata, deve essere in grado di creare questo vantaggio competitivo.

La proposta unica di valore può rappresentare un vantaggio competitivo importante per una startup.

Infatti si tratta della caratteristica che, insieme a un business model adeguato, permette di emergere rispetto alla concorrenza.

Il valore del servizio o prodotto che la startup offre è percepito come importante dal pubblico.

E da questo deriva il vantaggio competitivo: che interessa i potenziali investitori perché rappresenta un indicatore affidabile delle possibilità di crescita della startup e quindi di guadagno dal finanziamento di essa.

Quindi è importante che il vantaggio competitivo della tua startup sia ben chiaro agli occhi dei potenziali investitori.

Potenziale di crescita significativo

Una startup, per essere attraente di fronte ai potenziali investitori, deve avere un potenziale di crescita significativo.

E questo che si tratta di chiedere fondi a un Business Angel, a un Venture Capital o lanciare una campagna crowdfunding di successo.

Il potenziale di crescita rappresenta, agli occhi degli investitori, la quantificazione del profitto che possono ottenere dall’investimento.

Considerando il fatto che l’investimento in una startup è ad alto rischio, per la natura dell’attività d’impresa, il potenziale di crescita deve “compensare” questo rischio.

I Business Angel sono disposti a rischiare, investendo tempo e denaro nella tua startup, se questa ha le carte in regola per crescere in modo significativo e rapido.

Il ritorno dell’investimento deve essere nettamente superiore a quello che deriva da altre forme di investimento e deve avere un tempo “certo”.

Normalmente per i Business Angel si parla di 5 anni circa, cioè il tempo che una startup concluda il suo percorso di crescita con un’exit.

Nessun  investitore punterà il suo capitale su una startup che ha un potenziale di crescita limitato.

Devi riuscire a dimostrare ai tuoi investori che la tua startup può crescere in maniera importante, così da remunerare il loro investimento.

# Conclusioni

In questo articolo hai scoperto cosa cercano i Business Angel in una startup.

Il capitale offerto da un Business Angel, ma soprattutto la collaborazione e il supporto che è in grado di dare alla tua startup possono rivelarsi preziosi.

E questo in diverse attività, dal networking, alla creazione di una strategia di marketing fino al lancio di un crowdfunding.

Ovviamente la tua startup dovrà avere una serie di caratteristiche che dimostrino come l’investimento possa essere remunerativo.

In particolare l’attenzione dei Business Angel si concentra sulla capacità di realizzare concretamente un’idea di business, sulla presenza di un team efficiente e sulle potenzialità di crescita di una startup.

Quando presenti la tua startup a un Business Angel tieni sempre a mente queste caratteristiche, in modo da poterle sottolineare e far emergere nella tua presentazione.

Riuscire a ottenere un finanziamento da un Business Angel può voler dire molto per la tua startup, soprattutto per riuscire a crescere con continuità.

Secondo te cosa cercano i Business Angel in una startup? Rispondi in un commento!

VUOI SAPERE
COME FINANZIARE UNA STARTUP?

Leggi l'ebook ed imparerai a cosa serve:

Il fondo di garanzia
Gli investitori privati: Business Angel e Venture Capital
Il crowdfunding: equity, reward, lending e donation
Incubatori ed acceleratori
Competizioni
E molti altri strumenti di finanziamento
finanziare

Se ti piace l'articolo, lascia un commento e condividilo  


Leave a Reply

Your email address will not be published.