Come trovare il nome per la tua startup?

Quando procedi a sviluppare un’idea di business tieni in considerazione diversi aspetti, ma spesso ne trascuri uno molto importante: come trovare un nome per la tua startup?

In fondo, potresti pensare che il nome per la tua startup non sia poi un aspetto così rilevante, mentre più importante è dedicarsi al business plan o al reperimento dei fondi: in questo caso stai commettendo un errore.

COME CREARE LA TUA STARTUP

Scarica ora la checklist gratuita

privacy We value your privacy and would never spam you

 

In realtà, trovare il nome per la tua startup vuol dire compiere uno step importante verso il successo: pensa solamente a un libro, se il titolo non ha il giusto appeal, è molto difficile che riesca a colpire l’attenzione dei lettori e quindi a diventare un best seller.

Trovare un nome per la tua startup: la ricerca del jolly

Devi considerare un primo fattore importante: non si tratta di trovare un qualsiasi nome per la tua startup, ma di trovare il nome che sia in grado di colpire il subconscio del pubblico.

Basta pensare a quelli che sono i nomi delle società di maggior successo, come Uber e Whatsapp, che sono stati in grado di entrare in tutti gli aspetti della vita, non rimanendo legati al solo prodotto, ma hanno assunto una propria identità.

Quello che puoi chiederti è se esiste un modo di trovare un nome per la tua startup vincente: per quanto non esistano formule magiche, ci sono alcuni step che possono aiutarti in questa ricerca.

Trovare un nome per la tua startup: conosci il tuo pubblico

Conoscere le persone che potranno essere interessate al prodotto che offre la tua startup è importante anche per trovare il nome giusto: per fare questo dovrai individuare il messaggio che il nome andrà a rappresentare e il target che intendi “colpire”.

Quindi conoscere il tuo pubblico e i suoi gusti è fondamentale per veicolare il tuo messaggio: se la tua startup offre un servizio rivolto a un pubblico “giovane”, potrai scegliere uno stile più ironico e pensare fuori dagli schemi, utilizzando giochi di parole, neologismi e nomi intriganti e particolari.

Se invece ti rivolgi a un pubblico più “classico”, sarai in grado di utilizzare un registro diverso, più vicino al sentire, sociale e culturale dei tuoi possibile clienti, evitando gli scherzi o un tono esageratamento sbarazzino.

Trovare un nome per la tua startup: il marchio prima di tutto

Se è vero che il nome deve rappresentare la tua startup, e quindi il tuo business, ancora più vero è il fatto che il nome deve fare parte del brand della tua startup, che è qualcosa che va oltre al business in sè stesso.

Il brand rappresenta l’immagine della tua startup, per come è recepita dal pubblico: quindi il nome deve essere in grado di trasmettere quelli che sono i valori e le idee che vanno a creare il tuo brand.

Cercare di spiegare nel dettaglio la tua idea di business attraverso un nome rischia di produrre un effetto noioso: pensiamo a un’applicazione per la gestione degli ordini del vino e dei possibili abbinamenti con i piatti in menù in un’enoteca o in un ristorante.

Le idee che potrebbero emergere sarebbero quelle del vino, del cibo, dell’organizzazione, ma il risultato rischia di essere banale e poco incisivo a livello di brand: se invece decidi di puntare sugli elementi innovativi e caratterizzanti (per esempio, un sorta di maitre virtuale che ti aiuta a scegliere il giusto abbinamento) il risultato può cambiare e anche di molto.

Trovare un nome per la tua startup: visualizzare le idee chiave

Attraverso lo step precedente dovresti aver individuato quali sono le idee chiavi che caratterizzano il tuo brand su cui andare a lavorare per trovare un nome per la tua startup.

Il passaggio successivo è quello della visualizzazione di queste idee in modo da trasformarle in immagini: e queste immagini sono quelle che dovrebbero apparire agli occhi del cliente nel momento in cui vede il nome della tua startup.

Possiamo pensare a una startup che sviluppa un’applicazione per la consegna di pasti a domicilio: le immagini chiave dovrebbero essere legate al cibo di ottima qualità e alla rapidità ed efficienza del servizio.

Il processo di creazione di una startup comprende molto di più di un business plan e di un business model: si tratta di un procedimento complesso e che comprende diversi aspetti, su cui ragionare con attenzione.

Trovare un nome per la tua startup: attenzione alle trappole

Arrivato a questo punto dovresti essere pronto a sperimentare diversi nomi per la tua startup: è il momento di stare attento a non cadere in trappole molto comuni, che potrebbero vanificare i tuoi sforzi.

In particolare dovresti stare attento e utilizzare con cura:

  • Singole parole in inglese: potrebbero risultare banali e poco espressive;
  • Parole che risultino troppo "potenti": come forza, unità, icona, perchè sono spesso cariche di un significato molto evidente, che potrebbe nascondere l'immagine della tua startup;
  • Parole che rappresentano un oggetto: come ponte, razzo, sole, perchè anche in questo caso potrebbero distrarre l'attenzione del cliente.

Ma questo non vuol dire che non potrai mai utilizzare queste parole: se sono “pericolose” quando utilizzate singolarmente, se vengono combinate con altre parole possono dare luogo a risultati molto interessanti.

Basta pensare a “WordPress” che ha combinato due parole “importanti” in modo assolutamente perfetto.

Nel momento in cui decidi di testare i diversi nomi per la tua startup dovresti anche fare una “prova sul campo”: cioè pronunciare ad alta voce le diverse parole, per renderti conto come effettivamente “suonano”.

Durante questo step dovresti considerare in particolare alcuni aspetti:

  • Facilità di pronuncia: un buon nome deve "scivolare" con semplicità, non rischiare di creare problemi e difficoltà nel pronunciarlo;
  • Facilità di ascolto: un nome deve essere anche facile da ascoltare, comprendere e ricordare, tanto più che i potenziali clienti potrebbero voler cercare altre informazioni sul prodotto partendo proprio dal nome;
  • Attenzione all'ortografia: potrebbe sembrare che un errore voluto nello scrivere un nome (soprattutto in inglese) ne renda più facile l'utilizzo come brand. Ma esiste anche un rovescio della medaglia, rappresentanto dal rischio che si tratti di un nome difficile da pronunciare e quindi da ricordare..

Trovare un nome per la tua startup: come sfruttare il crowdsourcing

Esistono milioni di domande di marchio registrate in tutto il mondo: e considerando che il vocabolario, sopratutto quello inglese, non è infinito, si può capire la difficolatà di trovare un nome originale ed efficace per una startup.

Però puoi sempre sfruttare a tuo vantaggio le possibilità offerte dalla rete: in particolare Squadhelp, l’applicazione nata proprio per creare nomi in grado di diventare brand.

L’idea è quella di sfruttare un’ampia community di creativi e combinate questa risorsa di corwdsourcing insieme ad algoritmi studiati per questa necessità, per ottenere i nomi più innovativi ed efficaci.

Oltre alla possibilità di ottenere un nome per la tua startup, questo tool permette anche di testare il nome scelto su gruppi con le caratteristiche simili a quelle del tuo pubblico di riferimento.

Completa l’offerta tutta una serie di strumenti necessari per valutare complessivamente l’efficacia di un nome (analisi linguistica, eventuale disponibilità di URL e analisi complessiva del brand).

Trovare un nome per la tua startup è un passo di grandissima importanza: gli step che abbiamo visto in questo articolo ti possono aiutare in questo processo, che richiederà sicuramente impegno e diversi tentativi, prima di arrivare al “nome perfetto”.

Il nome della tua startup deve essere “mitico”, in grado di colpire l’attenzione del pubblico e di non farsi mai dimenticare: dovrà rappresentare il prodotto e la mission della società, in modo chiaro e immediato.

Se ti piace questo articolo, condividilo con i tuoi amici.

Leave A Response

* Denotes Required Field