creare-startup

Mi sono ritrovato Come creare una startup con meno di 1000 euro quasi per caso mentre ero in attesa all’aeroporto di Fiumicino.

Comprato per curiosità ed anche per l’immagine di copertina che ha attirato la mia attenzione, ne ho apprezzato molto il contenuto.

Il libro parte con una bellissima introduzione, forse la parte che personalmente ho apprezzato di più.

Non perché il resto del libro non sia interessante ma semplicemente perché Andrea Benedet riesce ad infondere grande fiducia nel presente e nel prossimo futuro sottolineando le grandi potenzialità che oggi si possono cogliere per quella che lui definisce una “startup frugale”

Poi si passa ad aspetti operativi ed i suggerimenti pratici davvero non mancano.

Si parte con l’importanza che ha l’idea su cui poggia una startup e contemporaneamente le caratteristiche che la persona che deve gestire una startup deve possedere.

Si passa poi ad analizzare quello che l’autore definisce il business plan light.
Già il nome fa capire che stiamo parlando di un business plan ridotto all’osso e cioè a quelle sole informazioni necessarie, senza dilungarsi in una raccolta di dati che servono a poco, almeno nella fase iniziale.

In questo capitolo ci sono anche alcuni suggerimenti ad app o strutture che possono aiutare lo startupper nel mettere in piedi un business plan appunto light

La parte invece dedicata al fisco sarebbe in parte da rivedere.

Il libro è stato scritto quando esisteva il regime dei minimi che ormai per chi crea una startup oggi non esiste più.
Il regime dei minimi è stato “sostituito” dal regime forfettario.

Se vuoi saperne di più sul regime forfettario, vai a leggere quest’articolo

Ma nonostante tutto, la sezione in cui si parla di fisco, offre altri importanti spunti di riflessioni, molto concreti, utili soprattutto per chi non è molto esperto della materia oltre che suggerire alcuni siti per la creazione delle fatture e per le consulenze fiscali.

Si passa poi alla gestione dell’home office. L’ufficio essendo all’interno della propria casa necessita di alcuni accorgimenti. Ecco perchè si passa all’analisi dello spazio necessario, come trovarlo e come gestire tutti i suoi innumerevoli aspetti come per es. la luce.

In questo capitolo, ho trovato molto carino anche il calcolatore ergonomico suggerito dall’autore.

E se a casa non puoi allestire uno spazio come ufficio?
Niente paura, Andrea Benedet suggerisce una serie di luoghi dove puoi lavorare, a cui sicuramente non hai mai pensato, che sono molto economici se non addirittura gratuiti.

Successivamente si passa ad analizzare le attività di marketing “frugale” e di come possono essere gestite anche avendo un budget ridotto.

Anche in questa sezione troverai una serie di pratici suggerimenti e siti da sfruttare per minimizzare la spesa.

E nella stessa ottica si procede con l’elaborazione della strategia per portare una piccola startup al successo

———————————————————————————————–

come-creare-una-startup-con-meno-di-1000-euro

———————————————————————————————–

# PER CHI E’ SCRITTO “COME CREARE UNA STARTUP CON MENO DI 1000 EURO” ?

Come creare una startup con meno di 1000 euro è pensato per tutte quelle persone che hanno un budget ridotto da investire, ma vogliono comunque cimentarsi nel creare una piccola startup, magari utilizzando la propria casa come ufficio e quindi hanno problemi di spazio da gestire e tempi da condividere con il resto della famiglia.

# PERCHE’ DEVI LEGGERE “COME CREARE UNA STARTUP CON MENO DI 1000 EURO” ?

Dovresti leggere anche tu COME CREARE UNA STARTUP CON MENO DI 1000 EURO se:

  • hai un budget molto piccolo
  • tempi ridotti da dedicare alla tua startup
  • non hai un ufficio
  • non conosci le logiche che ci sono dietro una startup
  • hai poca dimestichezza con il marketing

LE IDEE DI “COME CREARE UNA STARTUP CON MENO DI 1000 EURO” SONO APPLICABILI IN ITALIA ?

Le idee suggerite da Andrea Benedet sono applicabili sicuramente nel caso tu voglia creare una piccola startup (piccola almeno nella fase iniziale), gestita o solo da te o al massimo con altre 2 persone.

Io stesso ho sfruttato un suggerimento di Andrea Benedet: un giorno ero a Milano e non mi andava di girare per la città per il troppo caldo e non trovavo un posto dove poter stare tranquillamente a scrivere un articolo per il blog.

Vuoi sapere dove sono andato (aveva appena letto il libro) in una biblioteca comunale. Personalmente non ci avevo mai pensato così sono andato su internet, ho trovato la biblioteca più vicina e così ho trascorso un paio d’ore al fresco ed in tranquillità.

# DOVE LEGGERE”COME CREARE UNA STARTUP CON MENO DI 1000 EURO” ?

Io l’ho letto in aereo. Penso che si possa leggere un po’ ovunque, si tratta di una lettura che scorre via molto piacevolmente

#QUANTO TEMPO CI VUOLE PER LEGGERE “COME CREARE UNA STARTUP CON MENO DI 1000 EURO” ?

Non ci vuole tanto tempo diciamo qualche ora.

# CONSIGLI DA LETTORE A LETTORE

Mentre leggi, prendi nota di tutti i suggerimenti operativi e siti suggeriti dall’autore e non fare come me che per pigrizia sono dovuto andarmeli a ripescare.

Che ne pensi di questa recensione?

———————————————————————————————

Se questo articolo ti è piaciuto, lascia il tuo commento e condividilo!


Leave a Reply

Your email address will not be published.